#natalfuck


“Il primo giorno del Nuovo Anno: un fresco inizio. Un nuovo capitolo nella vita che attende di essere scritto. Nuovi quesiti da risolvere, da abbracciare e da amare, nuove risposte da scoprire e da vivere.”
(Sarah Ban Breathnach)

Il-Grinch-film-per-bambini

Come direbbe un vero milanese Doc “E anche questo Natale/Capodanno ce lo siamo (quasi) levato dai coglioni”. Così giungiamo al termine, sicuramente ci soffermeremo a pensare come sia andato l’anno, gli errori compiuti, quali sono stati le cose belle e poi gli obiettivi raggiunti e quelli non. Insomma una sorta di “esamino di coscienza”.
Andiamo per ordine. Manca meno di una settimana al Santissimo Natale, sinceramente io che sono un eterno pargolo vorrei scrivere una lettera a questo benedetto/santissimo/illuminato BABBO NATALE, così, come se non ci fosse un domani. Allora butto giù queste due righe all’Egregio.Christmas-HEADLINE

17/12/2015

Carissimo Stefano,
oramai sono davvero tantissimi anni che non ricevi mie notizie, un po’ perché mi hai deluso, tutto perché ogni volta che chiedevo qualcosa non riuscivi mai ad accontentarmi, un po’ anche perché ad oggi non sono ricoperto ne diamanti, ne rubini e lapislazzuli. Tu ed io, lo sappiamo bene che non andiamo d’accordo, del resto io stesso non vado d’accordo con l’intero mondo, ma tu sai! Con ciò oltre alle tue innumerevoli doti sei anche un veggente. Tesoro mio, basta ora, basta parlare dei rancori passati e veniamo a noi, a quello che vorrei trovare sotto il mio meraviglioso albero (noterai la grandiosa bellezza del mio albero, a fatica riuscirai a posare gli occhi su di esso, troppi pendenti luccicanti e rischieresti la caduta della cornea.). In primis vorrei… anzi voglio, esigo, l’intera linea invernale della Footlocker. Secondo, un bel tatuaggio ma sono molto combattuto perché il rischio che si fa con i tatuaggi e quello di cadere nel ridicolo. Non si sa mai che… “mi hai copiato, l’ho fatto io prima di te, gne gne gne”. Perciò sul tatuaggio dammi ancora un giorno che forse ci ripenso. Terzo, una carta credito con almeno 10,000 € così da poter fare i miei acquisti su “Asos (dio che meraviglia, sono già tutto eccitato)”. Ahm sì, dimenticavo, un bel Dildo, in modo da poter avere un momento con me stesso, perché sai… bisogna convogliare la propria ira/stress su qualcosa di più produttivo/sano, non trovi? Che poi, Stefano, secondo me, molte persone sono così… come potrei definirle? Umm disagiate, stressate, nervose perché copulano troppo poco, indi per cui DILDO PER ME MA DILDO PER TUTTI. Dear Stefy, penso di aver terminato i desideri di quest’anno e davvero, spero… con tutto il mio nero cuore di essere accontentato, perché io confido in te e credo in te. Bene, ti aspetto, ti preparo la solita ciotolona che ti preparavo quand’ero bambino, ovvero 1 litro di latte con 2 kg di biscotti secchi. A presto ciccione.Christmas-horror

Penso che come “letterina” possa andar bene, ora attendiamo e speriamo di essere accontentati. Non dimentichiamoci che subito dopo Natale arriva il veglione di capodanno, la fine dell’anno, l’arrivo del nuovo e allora come tutti, spero di aver superato questo bene amato esame di coscienza. Tant’è che la mia stessa coscienza, mi ha chiesto se ero davvero sicuro di volere il “confronto”, in quanto sono stato cattivo. Non ho portato a termine molte cose, ho anche deluso, ma comunque sia, anche se non ne ho raggiunte alcune, alla fine sono riuscito a portane in parte a termine. Dovrei così confessarmi, “pulirmi l’anima” attraversando la Porta Santa.

Cominciamo dalle “sole cose belle”, in altre parole, a cosa ho terminato, agli obbiettivi raggiunti e alle azioni buone.
Sono riuscito finalmente dopo 15 anni a smettere di fumare e ne sono molto orgoglioso, soprattutto per la mia bocca e il mio alito che ringrazia.
Anche quest’anno posso dire di essere stato amico/umano, di aver aiutato delle persone in momenti difficili, ho asciugato lacrime, ho illuminato un po’ di “cuori neri” nel momento del bisogno, ma in maniera del tutto naturale, perché io “DOPOTUTTO” so di essere amico, ma con il senno di poi “cor cazzo (che ragazzaccio oscuro)”.

Io e il mio compagno dopo mille peripezie abbiamo raggiunto un grandissimo traguardo, abbiamo finalmente acquistato una casa stupenda, grande, luminosa, con un bellissimo terrazzo, in una zona di Milano aristocratica. Abbiamo preso vari mobili che mancavano, dote ok, ma manca solo una cosa, una gallina da decoro per esterni da mettere all’entrata di casa, che si chiamerà Rosita, da essere targati come “la famiglia del mulino bianco”.

Abbiamo aggiunto nella nostra famiglia Nerone, un gatto nero, stupendo, un trovatello, che poi per uno stregone cattivo come me il gatto di Salem era quello che mi mancava!!!.

Con mio grande rammarico non sono riuscito a far vedere la persona che sono, anzi sono stato additato, giudicato e ridicolizzato, colpevolizzato di essere quello che non sono, ma sapete una cosa “francamente me ne infischio e vado avanti lo stesso”. Perché evidentemente queste “persone” non hanno saputo vedere il vero me.

Anche per quest’anno devo mettere da parte l’idea di poter sfilare per MarcoMarco (per chi non conoscesse la tipologia di modelli che sfilano per lui, riporto qua sotto). Non sono riuscito a mantenere un piano d’alimentazione ben definito e continuativo. Puntualmente continuo ad alzarmi di notte, mangiare e ritornare a letto, diventerò come zia assunta (la tata).Red_Lighting_Leggings_front

Per il 2016 ho intenzione di dedicarmi interamente al mio ragazzo, vivere e cogliere con lui qualsiasi cosa bella e spero che un domani la legge in questa Italia demodé, antica e grossolana possa finalmente darci i giusti diritti, perché si… sogno di potermi sposare.
Mi piacerebbe vedere le persone a me vicine serene, felici e che possano finalmente coronare i loro sogni.
Vorrei che alcune persone riuscissero a dimenticarsi di me, del mio nome, che finalmente possano farsi una vita in serenità senza guardare quella altrui.
Con questo concludo, auguro a tutti un serenissimo natale e un fottutissimo buon 2016. Ora signori scusate ma devo andare a darmi fuoco.zia_assunta

“E’ una cosa rossa e viene regolarmente.
Babbo Natale.”
(Anonimo)