Perle ai porci

 

IMG_20151203_151558

Mi diletto a sparare cazzate, ne sparo tante oserei a raffica, mi interessa l’arte del copia e incolla, pur sempre mettendo un Cit, in onore dell’artista. Qui sotto troverai un anfratto, buio, stretto, magari asfissiante, potresti ritrovarti nelle mie Cit. Ma non ti arrabbiare, te ne prego, ricorda che siamo nell’anno dell’indulgenza, le porte delle chiese sono tutte aperte, vai, corri a chiedere venia sei ancora in tempo, il consiglio che voglio dispensare rimane semplice, leggi, pensa, poi, buttati giù dal quinto. WITH LOVE

“Certi individui potrebbero rendersi utili per l’intera umanità, per esempio, potrebbero fare come i Bonzi buddisti, immolarsi per la patria. Semplifico il tutto: datti fuoco pesantemente. “

(Cit. Paolo Magagnin)

“Uomo, assicurati che i tuoi “pantaloni/leggins” siano esattamente della tua taglia, altrimenti rischieresti l’effetto spartipalle.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“La Maddonna Addolorata questa mattina mi è stata vicino, soprattutto quando la macchinetta del caffè mi ha scippato barbaramente 2 euri. Voglio ringraziare la zingara Cloris e mainagioia.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Capisci di essere veramente nella merda solo quando fuori piove, sei senza ombrello e con un buco nero nelle scarpe.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Una volta, esistevano i piccioni viaggiatori e i messaggi consegnati dalle onde, ora esiste Facebook, Twitter e Instagram, ma parlarne faccia a… no, potrei sputarti in un occhio.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Ho conosciuto gente che se m’ero fatto i cazzi miei era meglio.”

(cit)

“Potrei amare il sabato, se non fosse che dovrei lavorare, sopportare clienti e mangiare impertinenza. Armiamoci di Mai una gioia e badile.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Al di la di tutto ci sono certe personcine che, gira che ti rigira la minestra, rimarranno sempre omuncoli del cazzo.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Niente, inizio questa giornata con una bella doccia lavica, la Moka esalava un aroma deliziosa, metto la brioche nel forno, cerco il cellulare nel forno.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Una nuova frontiera, che potrebbe raggiungere l’amore nell’ambito della gioielleria, sarebbe quello di produrre corone di spine.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Correre per scendere dall’autubus e beccarsi il palo della luce sul naso ✔. Anche oggi ho visto la madonna Addolorata grazie.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Ho smesso di dare spiegazioni, adesso parto direttamente con gli sputi negli occhi.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Il primo che si azzarda ad auspicarmi un buon 8 marzo… dico solo che ho una voglia matta di prendere a mimosate sul muso.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Avere le gengive infiammate mi fa sentire un vero macho uscito da una rissa quando sputo il sangue nel lavandino mentre mi lavo i denti.”

(cit)

“Vedo il tuo volto e subito mi investe quella voglia pazza di scoreggiarti in faccia, che sia amore?”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Non mi preoccupa la mia noia, più che altro mi terrorizza quella degli altri, la gente annoiata e tremendamente pericolosa, melliflua inside.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Meriteresti solo per il tuo essere, una vita di sparticulo fai da te.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Solo le goccine possono essere dalla vostra parte.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Prima publicano post “se credi nella madonna metti mi piace” poi “uomini nudi con il tarallo in mano” insomma, anche oggi Cagne ovunque, BAU.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Come stile di vita, scusa devo andare mi sta scadendo lo yogurt.”

(cit)

“Poi mi spiegate perché nel 2016 il 90% di facebookiani, nella sezione lavoro scrive: “datore di me stesso”. Ma che problematiche avete?”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Donne, quando comprate una macchina fate a meno di prendere i cerchi in lega, che tanto li lasciate sul marciapiede quando parcheggiate.”

(cit)

“Cerco il cellulare nello zaino con una mano e con l’altra tengo il cellulare.Tuttoapposto.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Milano, si respira aria primaverile, il cielo terso, le rondini, poi lui, questo vento di bora che mi fa sbattere come un panno steso, anche oggi, mai una gioia.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Secondo me la maggior parte degli “AHAHAHAH” vogliono dire: ” minchia mollami, non so più cosa risponderti “.”

(cit)

“Vorrei ricordare che ci sono attimi senzaFine, un esempio potrebbe essere la caduta della saponetta in palestra, li sono cazzi/dolori/piacere.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“sento un’emozione quando ai tornelli della metropolitana qualcuno schianta il femore perché si e dimenticato di timbrare per uscire.”

(cit)

“travolgente l’odore delle persone che non si lavano. prima di improfumarvi, sgrassate le vostre ascelline del cazzo fate più bella figura.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“L’utero in affitto è un primo passo verso il regolare contratto di locazione della vagina.”

(cit)

“Prima di salire sul piedistallo della vanagloria, assicurati di essere stimolante, perché nella maggior parte dei casi si rischia di risultare noiosi e superati.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Comunque se siete “negativi” chiudetevi in una camera oscura e fatevi sviluppare.”

(cit)

“La fauna locale dei supermarket è sempre incantevole, riesce sempre a lasciarti di stucco, specialmente quando senti vecchiette emettere peti in fa diesis e vecchietti che arrivano dal terzo reich. Ma oggi il toph è stato raggiunto da questo bacucco che con fare gagliardo mi dice “hai sentito la legge sui ricchioni?” Ecco lui ha vinto, ma la mia risposta ancora di più “la corda gliela compro io ok?”.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Sull’età lascio un velo di mistero” tranquilla si vede che sei una vecchia baldracca.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Ci sono quelle persone sempre posate, garbate tutte pettinate a modo, organizzate, disponibili e solari con tutti; poi ci sono io, tutto un cristo e mai una gioia.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Sogno di vedere a “Malattie imbarazzanti” quelli che si fanno i selfie facendo finta che siano altri a scattare la foto.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Queste “signorine” che preferiscono una doccia solare piuttosto che un bidè, non le capirò mai.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Quando quella persona ti si avvicina e proferisce “la sua età”, ricordargli che Il punto non è quanti anni ha ma come li usa.”

(cit)

“Piccolo e carino Matteo che hai inventato questa strabiliante parola, petaloso, volevo darti un semplice consiglio.

VAI A CAGARE.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Interessante vedere delle donne che si annullano per “amore”, mi ricordano tanto le farfalle morte di Tokyo, aggraziate, leggere come petali di ciliegio. Ma DONNE! non perdete mai voi stesse, sarà troppo tardi quando vi accorgerete che di fianco avete una virago.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Che poi, se ci penso, lo comprendo. Stare con me sarebbe un’opera di bene, un’adozione più che una relazione.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Odio così profondamente le mie dolci e soffici “maniglie dell’amore”, che per consolarmi mi farò 3 kg di orecchiette con le cime di rapa.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“tenere un “PD” al lavoro, in do maggiore da un minuto senza prendere fiato! ✔”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Buongiorno anche a tutte le donne che dicono di non masturbarsi “FALSE”.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Il cameriere era così esageratamente servile e svenevole, che ad ogni domanda posta, il mio corpo assumeva deformazioni degne di Emily Rose.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Te lo dico con tutto “l’affetto” che ho per te, finalmente hai fatto spazio.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Mi è stato consigliato di essere più melesto, perciò, chiedo scusa a voi tutti e anche a Dio per la mia imminente assenza. Ora, non me ne vogliate, mi ritiro nelle mie segrete con la mia pila di HARMONY.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Ditelo naltro po’ che l’unico atto di coraggio è abbandonare il piumone, che ancora non l’abbiamo capito.”

(cit)

“Mi fanno impazzire quelle persone, infide e velenose come serpi, che tentano di fare arrivare i messaggi nella maniera più velata possibile. Ecco a queste persone voglio urlare “GÈNIII”, vi meritereste solo l’obolo per la vostra infinita noia.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Mi imbarazza davvero tanto quando dicono che sono una bella persona, tant’è che non so mai cosa rispondere, divento rosso, incomincio a sudare freddo e mi viene la sincope. Fortunatamente mai nessuno si pronuncia.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Mi dispiace veramente, ma se siete persone normali non potremo mai essere amici! Dissennati e psicopatici, siete i benvenuti.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Chi arriva tardi, male alloggia, dorme male, mangia male, la macchinetta del caffè gli ruba i soldi, viene scippato, vede la madonna Addolorata, mai na’ gioia.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Insomma, il discorso è questo, mai un lunedì che mi svegliassi miliardario e in una reggia (tipo quella di Caserta), praticamente MAI UNA GIOIA.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Quelli che godono del beneficio del dubbio, esattamente, dove se lo mettono?”

(cit)

“Dev’essere tutta colpa di quella volta che ho respirato a pieni polmoni l’ammoniaca solo perché sulla bottiglia c’era scritto “profumata”.”

(cit)

“Pensiero diabolico del giorno: odio chi si autocommisera, perciò, mentre servivo ho desiderato con tutto me stesso, di prendere per i capelli la mia collega, per lanciarla con veemenza in vetrina. Altro che camomilla e fiori di Bach, qua ci vogliono litri di Lexotan.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“La cosa veramente triste oltre che veramente penosa/oltraggiosa, è che con i neuroni che ti ritrovi nel cervello, non ci fai nemmeno un gruppetto su whatsaap.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Rimango sempre più convinto, che, bisogna tenersi sempre più strette quelle persone che non proferiscono parola prima delle 10, se non per “caffè?”, dedico a loro tutto il mio amore.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Se c’è una cosa che non sopporto, sono le coppiette di merda che mentre stai mangiando limonano duro, per chi mi avete preso? Non sono mica Tinto Brass nell’uomo che guarda?!!!”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Ci sarà un motivo se il simbolo dell’infinito è formato da due palle.”

(cit)

“Prestate attenzione al vostro cuore e magari, non al vostro fondoschiena. Chiaro il concetto?”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Oggi, chiunque oserà tediarmi, davanti alla macchinetta del caffè, sarà punito con una gettata di caffè bollente tra naso e bocca.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Oggi vorrei essere un fiorista, ma di quelli veri, non il rosandero di Porta Venezia, per sentirmi chiedere ” vorrei un bouquet di PISELLI ODOROSI ” cioè, penso che potrei cessare di vivere in tempo zero.”

(Cit. Paolo Magagnin)

“Oggi, io e la Madonna Addolorata, abbiamo stretto un’amicizia indissolubile.”

(Cit. Paolo Magagnin)

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...