#pandora-box


“La persona cattiva non parla, insinua. Non conversa, spettegola. Non elogia, adula.
Non desidera, brama. Non chiede, esige. Non sorride, mostra i denti. La persona cattiva è povera di spirito, poiché non cammina, striscia nella vita, sabotando la felicità altrui. La persona cattiva ignora la bellezza e la nobiltà d’animo perché non ama, e cosi finisce per non vivere, esiste appena.”pandora__s_box_by_cyril_helnwein

“Una piccola premessa per farvi capire (per chi non lo sapesse) la storia di quella stupida di PANDORA.”
Fin dai tempi che furono si narra la storia della famosa Pandora moglie di Epimeteo. Alla cara “moglie” venne affidato uno scrigno, il quale non sarebbe dovuto essere aperto per nessun motivo al mondo. Pandora (donna famosa per la sua incredibile curiosità, peraltro donatagli da il buon vecchio Ermes), ovviamente non volle ascoltare il vecchio Zeus, cosi disobbedì e aprendo lo scrigno uscirono tutti i mali del mondo, odio, invidia, rabbia, rancore, morte, carestia… ma anche speranza.

Ci sono delle persone che classifico proprio come vasi di Pandora, degli agglomerati di male, come penso che nella maggior parte delle persone alberghi un piccolo diamante nero. Io non tollero la discriminazione, non ne sopporto nemmeno una, per me ogni individuo è in primis un essere umano, non m’importa di che sesso sia, con chi vada a letto, di quale Credo sia, di che colore abbia la pelle. Niente sono tutti stupidi dettagli, eppure più passano gli anni e più mi rendo conto delle persone che mi circondano.
Ogni giorno, come per il 76% degli italiani, vado a lavorare, e nel posto dove lavoro, vige una gerarchia. Sicuramente sarà capitato anche a voi di avere a che fare con l’ignorante di turno, beh… io conosco qualcuno che sovrasta il termine di “ignorantone”.razzismo-Usa

Voglio raccontarvi di Lorenzo, lo conobbi circa un anno fa, al primo impatto fu positivo, (a tutti noi piace lavorare con persone che più o meno si avvicinano alla nostra età).Beh, un ragazzo in gamba, ma voglio arrivare presto al dunque. Ora vi spiegherò il perché del mio cambio di pensiero nei suoi confronti. Penso, è ne sono certo, che negli anni della prima e seconda guerra mondiale ci siano stati periodi bui per l’umanità intera: morti, carestie, fame, milioni tra uomini, donne, bambini, anziani, furono massacrati e chi era “diverso” per colore, razza, religione, sessualità, venivano brutalmente assassinati nei forni crematori e nelle camere a gas oppure fucilati barbaramente.
Ecco… immaginate di lavorare con quello che teoricamente dovrebbe essere il vostro capo (esempio di lavoro ligio e dritto), una donna di colore chiede informazioni, la risposta che gli viene data da Lorenzo alla donna è fredda, sbrigativa e appena intuitiva, nelle sue parole rabbia e cattiveria gratuita. La donna ZITTISCE ed io chiedo spiegazioni, mi viene risposto che quella donna doveva tacere, che non doveva parlare perché di “razza inferiore”. Lui sì che è una persona intelligente, uno che poi alla mattina intona canzoni razziste/fasciste del tipo: “O Adolfo Adolfo, accendiamo i forni” oppure… canzoni come “faccetta nera”. Lui crede di ritenersi un uomo di grandissima cultura e voi, come vi comportereste davanti a queste vessazioni?IKX0n

Per non parlare poi dell’ enorme ipocrisia di questa persona. Se sei come dici tu “della scuola di Adolfo”, allora, incomincia a non mangiare più in ristoranti Cinesi, Pakistani, Giapponesi e niente pizza fatta da egiziani ma solo da veri ITALIANI. Non andare più con ragazze straniere se poi le disprezzi, non avere amici stranieri se poi nascondi a loro il tuo PENSIERO DI VITA.

Di persone cosi ne è davvero pieno il mondo e dobbiamo ma dico davvero non farci trascinare da simili pensieri. Proprio ora che viviamo in un epoca oscura dobbiamo fare brillare un po’ di speranza, non serve a nulla pregare Gesù, Allah, Buddha ecc ecc, ma dobbiamo agire sensibilizzando le persone che ci circondano e ricordarci che attraverso la violenza forse si può risolvere un problema, ma purtroppo si piantano i semi per altri problemi. Informiamoci su tutti i fronti e non focalizziamoci su quello che ci propinano costantemente i media, guardiamoci intorno “nel mondo” perché siamo esseri umani e perché tutti desideriamo in fondo PACE E FELICITA’foto-31

“Il razzismo è una malattia. È un cattivo funzionamento della mente che compromette le relazioni umane, è una malattia psichicamente contagiosa conseguente al fatto che una mente predisposta viene infettata da idee false, patologiche, che producono ostilità verso altri gruppi e verso i loro membri.”
(Ashley Montagu)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...