#Sei-più-inutile-della-data-di-scadenza-della-Nutella-SFIGATO


 

“Appecorati. Narcisisti. Opportunisti. Corporativi. Ruffiani. Conniventi. Compromessi. Avidi. Salottieri. Marchettari. Ignoranti. Accidiosi. Velinari. Servili. Vendicativi. Incoerenti. Omertosi. Pavidi. Bugiardi. Cinici. Vanitosi. Carrieristi. Lobbisti. Analfabeti…
In una parola: snob.

Sono come fiori in primavera, “avanguardia pura”, le ho sempre odiate queste persone se così si possono chiamare, perché io le chiamerei meglio “storpiature dell’umanità”: quelli tutti gne gne gne, quelli che ti squadrano dall’alto in basso, quelli che “perché hanno una laurea” fanno tanto i saccenti (di sto cazzo), quelli che usano frasi in latino a fine di ogni discorso per sentirsi più fighi.

Esempio:

-Oggi sono stato all’ultima sfilata di Valentino. “Pecunia non olet.”

-Che offerta strepitosa all’Esselunga. “Veritas filia temporis.”

-Cosa ne pensi se chiudi le mie fauci con il tuo cazzo? “Sancta sanctorum.”

Che poi… parlano quasi sempre di moda, per poi cosa?! Se alla fine vi vestite da cassonetti dell’umido. Quelli che “mmmm vado ha fare shopping solo alla RINASCENTE” e poi, sei all’Lidl ha fare la spesa, giri l’angolo e lo avvisti li a frugare come un criceto tibetano nel cestone degli sconti ,“FAI SCHIFO”.

L’universo pullula e ha parer mio queste “persone” andrebbero solo NEUTRALIZZATE A BADILATE, EVIRATI A FREDDO. Un bagnetto di umiltà, no? Adesso che ci penso rimembro un “coso” del genere. Il suo nome è Marco. voglio descriverlo per farvi capire la bellezza di sto “coso”, alto un metro e un pacchetto di vigorsol, secco come un rametto d’ulivo, capelli color piscio (e qua ringraziamo tutti la soluzione Schulz), un alito fetido che manco tutta l’amsa di Milano. Lui pensa di essere il “the best” perché appunto ha fatto le scuole alte, “che poi, poco ti sono servite, perché quando parli non si capisce una beata minchia “ . Se vi capita di incrociarlo per strada, vi auguro vivamente che non parta una canzone di Avril Lavigne tipo complicated, perché se cosi fosse vi ritrovereste in mezzo ad un balletto che manco alla scala; “che poi secondo il mio modestissimo parere sei bravo ha ballare quanto Clara l’amica di Heidi”. Lui è un tipo che ti guarda dall’alto in basso davanti ti parla d’amore, e appena ti giri zacc incomincia a giudicare il tuo outfit- moda-stile-particolarità-tendenza; ah dio mio quanta aria sprecata, “si perché parla tanto, ma poi è il primo che ricicla i vestiti della Caritas, VERGOGNA!!!”

È capitato anche di tentare un discorso con lui, “una strada tortuosa e dissestata”. Si perché io odio, odio, e odio quelli che non ti fanno finire di parlare, lui logorroico io con le parole che a malapena riesco a far uscire dalla mia bocca, “povera la mia mascella perennemente aperta”. Grandiosi e sfarzosi progetti per il suo futuro, sogna “per l’appunto” di lavorare da Yves Saint Laurent, quanta gioia che ha nel mostrare il suo cimelio la T-SHIRT firmata, che poi si è venuta a sapere la sua provenienza ovvero mercatone china piazza Loreto: “fashionista dei miei testicoli”. Lui omosessuale, si vanta di essere attivo, si ATTIVO poi lo vedi e ti pare la sosia di Lorella Cuccarini, il pensiero ti viene spontaneo: “ attivo de che? Che non aspetti altro che una vagonata di membri in culo IDIOTA”. Qua parte il mio suggerimento per Marco: “ Carissimo, hai 25 anni, è ora che incominci a farti un bel bagnetto di umiltà. Devi capire che l’unica prospettiva di lavoro che hai nel tuo misero futuro, sarà quella di pulire le tavolette dei cessi dell’Autogrill, non buttare via la tua tesi, tienila, ti può venire utile per pulire l’ano dei camionisti, tanti bacioni faccia da culo ”.

Mi aggrada sentirlo ragionare, dovete sapere che per lui Milano è solo il centro, cioè giusto per intenderci, se tu abiti in Duomo sei in Milano, ma se tu abiti già a porta Venezia sei FUORI, EMIGRATO, PAESANO, PLEBEO…. No beh a me parte il cristone pesante, ma ce la fai? Cioè abito in porta venezia e sarei fuori Milano? Ahhh già dimenticavo vuoi fare lo snob, calcolate che lui viene da Triora paese fantasma che manco Anna Franzoni s’incula.
Detto questo via, via, aria, raus, evaporate, di escrementi del genere non ne abbiamo bisogno, noi amiamo la semplicità, l’umilta, persone sane senza troppi fronzoli, ecco queste persone sono le benvenute sempre. E a te, snob, beh che dirti? Penso che un semplice “crepa” possa andar bene, giusto?

Vuoi essere un grande?
Comincia con l’essere piccolo.
Vuoi erigere un edificio che arrivi fino al cielo?
Costruisci prima le fondamenta dell’umiltà.
(Sant’Agostino)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...