#Ansia ne abbiamo?


“beato chi riesce a dormire con due gocce di Chanel N°5.
A me ci vogliono minimo 15 gocce di Tavor”

Parliamoci chiaro… l’ansia esiste per chiunque la proclami? Ho dei serissimi dubbi a riguardo, bisognerebbe analizzare caso per caso e trarne le conclusioni. Nel 90% dei casi si tratta solo di ansiosi fake, il che mi fa davvero diventare molto nervoso-cattivo e se mi è concesso mi fa incazzare come una tigre affamata.

Il classico ansioso fake si presenta come il più debole di questo mondo, seriamente disturbato, che non esce di casa nemmeno a pagarlo… A MENO CHE: “tesoro cosa fai a casa tutto solo? Dai, ti prego esci, ti faccio compagnia, ti tiro su il morale” e via discorrendo… MA VAFFANCULO VA, l’ansioso fake in questione, mentre voi siete lì che lo pregate con tutti i santini in mano, gode come una mandrillona, perché gli piace, perché lo fa sentire importante e appagato… insomma lui ama, ma che dico, ADORA ESSERE ADULATO.

Svegliaaaaaa! Poi, molto poi, ti accorgi di questa falsità e allora ti cali un bel PD (e attenzione, *pd non significa PARTITO DEMOCRATICO ma è solo un bel cristone), ma ovviamente dopo che ne è entrato uno nella tua vita, ne entreranno a bizzeffe di pazzi ,(se così si possono chiamare). Ti ritrovi ad essere una stramaledetta calamita , e porca di quella puttana te li attiri tutti e ovunque… e dico dal mattino alla sera fino a che non vai a coricarti; “forse” voi tutti penserete che io sia una persona cattiva ma non è per nulla cosi, sono semplicemente realista.

Voglio raccontarvi di Beatrice, una mia collega. Vedete, lei è una ragazza che si presenta come la cara e dolce Alice in Wonderland: tenera, carina e pacata, ma così tanto pacata che la prima frase che vi rifila è: “Ciao piacere, ero in ansia di vederti, pensa che ieri sera ho preso 30 gocce di Xanax”. Al che la guardate e lì per lì incominciate a dubitare della sua normalità. Beh, questo è ciò che mi ha detto al nostro primo incontro e la mia risposta è stata “e sticazzi?”. Da lì in poi una serie di eventi sempre più assurdi; pensate che un giorno la stavo cercando in reparto e non la trovavo, mi stavo anche preoccupando, quando poi ho aperto la cella frigorifera, me la sono ritrovata sulla bilancia, in posizione ranocchio, con la mano che si pinzava il naso. Che poi perché sulla bilancia?? Bhaa. Dovevate vedere come ansimava, manco stesse girando un porno degno di Tinto Brass. La cosa assurda è che mentre ansimava farneticava frasi tipo “l’ansia non è mia amica, il benessere è mio amico”. Subdola, subdola fin dentro il midollo perché era consapevole del fatto che la stessi osservando.

Noi in negozio abbiamo un magazzino. Dovete sapere che quest’ultimo si trova nel semiinterrato (luminoso, spazioso e arieggiante), di sicuro non e la cantina luogo di residenza di IT. Ma veniamo al dunque, avevo urgenza di etichette per la bilancia scontrini, in negozio c’era la ressa, ma una di quelle resse che manco il giorno del santo natale. Chiedo a Beatrice di scendere: “Beatrice scendi per cortesia, gli scontrini, grazie”. Lei di botto mi guarda, incomincia ad agitarsi, la vedo sudare… sapete quale è stata la sua risposta? “Non posso scendere, io ho il timore delle scale, ho sempre paura di poter cadere e fratturarmi qualcosa”. Ed ogni volta sempre la stessa scusa, SEMPRE, poi uno non deve impazzire. Ora capisco le paure *fobie, ma la paura delle scale mi è nuova, “cazzo è, soffri di scalefobia?”. Sei solo uno stupido fake che fa di tutto per non fare un emerito cazzo.

Poi un giorno arriva, sorridente con quella sua bellissima faccia da culo, improvvisamente si incupisce, dal suo volto sgorgano due lacrimoni, guarda il mio capo e esclama “ho bisogno di ferie!”.Io, con gli occhi a palla la guardo, mordo tra le labbra una bestemmia (pd), che poi… vi rendete conto “LEI HA BISOGNO DI FERIE”. Continua giustificando le stesse dicendo che deve fare delle visite importanti dallo psichiatra.. “tu hai bisogno di una randellata in testa altro che mia cara”—(pensiero fugace).. il succo, lei riceve le ferie.. parte.. io nel mentre rabbioso.. la chiamo eeeeeeeeee rullo di tamburi, secondo voi dove poteva essere la signorina? Semplice, in un bel agriturismo nella magica Firenze con il suo bel manzo. Ecco, ti ho sgamato fake!

Ma d’altronde a queste persone piace essere guardate, osservate e scrutate. Piace, piace, piace, essere in primo piano, la cosa mi innervosisce in maniera cronica. Perché anche se sembro cinico, in realtà credo nell’ansia….eee…

Voi continuate a dire che la vita è una scatola di cioccolatini.
Secondo me assomiglia più ad una confezione di psicofarmaci.”

Comunque

penso che sia davvero il male del secolo, perché l’ansia vera ti attanaglia, non ti permette di muoverti, come sempre e in tutto molte persone ci giocano.

E adesso parlo a voi, a voi che prendete sottobraccio l’ansia, vi lascio con una citazione:

“Le persone ignoranti pensano di poter agire in modo cattivo e farla franca. Quello che non capiscono è ciò che noi diamo ci torna indietro! Adoro l’odore del karma nell’aria.”
(Anonimo)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...